MASTOPESSI

Mastopessi - Introduzione

La mastopessi, è l’intervento di chirurgia estetica, necessario per sollevare, fissare e modellare il seno cadente e per scolpirne nuovamente la forma.

La perdita di elasticità della cute mammaria e dei legamenti sospensori della ghiandola, la gravità e altri fattori, quali la perdita di peso, la gravidanza e l'allattamento in ultima analisi influenzano la forma e la compattezza del seno. I pazienti che si ritengono a proprio agio con le dimensioni del loro seno, possono ricorrere alla mastopessi allo scopo di sollevarlo e rassodarlo, ricreando un profilo del seno più giovane. Alcune pazienti possono essere scontente di aver perso una notevole quantità di volume mammario nel corso del tempo. In tali casi, l’integrazione del volume attraverso l’impianto di protesi in combinazione con la mastopessi ottiene l’effetto di restituire il volume mammario desiderato e, nel contempo, esaltarne la forma e la posizione.

La mastopessi implica una ampia rivisitazione dell’anatomia mammaria e il riposizionamento dell'areola e del capezzolo alla corretta distanza da un punto fisso, ad esempio il giugulo. Nel caso di una mastopessi con impianto di protesi mammarie, il riposizionamento dell’areola e del capezzolo al centro del cono mammario, dovrà tenere conto dei nuovi rapporti di volume che il chirurgo ha ottenuto grazie alla protesizzazione. Il tutto per creare un aspetto perfettamente naturale. Il chirurgo potrà utilizzare una varietà di incisioni e tecniche diverse. La tecnica utilizzata dipende dalla forma del seno e dalle attuali dimensioni, nonché dall'elasticità della pelle e dal grado di rilassamento.

Mastopessi – Candidato ideale

La mastopessi è in genere adatta per tutte coloro che si sentono a disagio con un seno cadente o che abbia perso tono ed elasticità. Molte volte, questa condizione potrebbe essere il risultato di una perdita di peso o di una gravidanza. In entrambi i casi, la mastopessi è una scelta consueta per una donna che sta cercando un seno dall’aspetto più tonico, rotondo e giovane.


Sono una buona candidata per la mastopessi?

Potete essere delle buone candidate per la mastopessi se soddisfate una o più delle seguenti condizioni:

  • seni che sono pendenti, ma di dimensioni soddisfacenti
  • seni che non hanno sostanza o compattezza
  • capezzoli e areole che puntano verso il basso, soprattutto se cadono al di sotto del solco sottomammario

A volte queste condizioni possono essere ereditate dalla nascita. In alcuni casi, i seni possono essersi sviluppati in modo diverso così che un seno è fermo e ben posizionato, mentre l'altro non lo è. Ci possono essere differenze nelle dimensioni, nonché nella forma delle mammelle. Seni grandi e pesanti possono essere sollevati, ma i risultati potrebbero non essere così di lunga durata, per effetto della gravità, come quando la procedura di mastopessi viene eseguita su mammelle ptosiche ma di volume più contenuto.

La mastopessi, o lifting del seno, può essere fatta a qualsiasi età, ma i chirurghi plastici di solito consigliano di attendere che lo sviluppo del seno si sia completato. La gravidanza e l’allattamento al seno possono avere effetti significativi e imprevedibili sulle dimensioni e la forma del seno. Tuttavia, molte donne decidono di sottoporsi all’intervento chirurgico di mastopessi prima di avere figli e sentono di poter affrontare eventuali successive modifiche in seguito. Dal momento che i dotti galattofori ed i capezzoli vengono lasciati integri, l’intervento chirurgico di mastopessi di solito non influenza la capacità di allattare, tuttavia si dovrebbe discutere di questo aspetto con il proprio chirurgo plastico.

Mastopessi – Consultazione con il chirurgo

Durante la consultazione, vi verranno poste domande sulla forma e dimensione del seno desiderate. Il chirurgo plastico discuterà con voi come i vostri capezzoli e le areole saranno riposizionati. Dovreste parlare di ogni altra cosa vorreste vedere migliorata nei vostri seni. Questo aiuterà il chirurgo a capire le vostre aspettative e stabilire se esse possono realisticamente essere raggiunte con l’intervento di mastopessi.

Mastopessi – Valutazione del candidato da parte del chirurgo

Il chirurgo plastico che dovrà effettuare la mastopessi esaminerà  i seni, prendendo le misure e le fotografie per la cartella clinica. La dimensione e la forma del seno, la qualità della vostra pelle, il posizionamento dei capezzoli e delle areole saranno attentamente valutati.

Dovreste venire alla visita pronte a discutere la vostra storia medica. Ciò comprende informazioni relative a eventuali condizioni mediche, allergie ai farmaci, trattamenti medici che avete ricevuto, precedenti interventi chirurgici, specialmente alla regione mammaria, e eventuali farmaci che attualmente assumete. È importante per voi fornire informazioni complete.

Dovreste informare il chirurgo plastico se prevedete di perdere una quantità significativa di peso, soprattutto se avete notato che i seni si abbassano o diventano più piccoli con la perdita di peso. Il chirurgo può raccomandare di stabilizzare il proprio peso prima dell’intervento chirurgico di mastopessi.

Mastopessi - Intervento

Fattori individuali e preferenze personali determineranno la tecnica specifica selezionata per l’intervento di mastopessi.

Le incisioni, che seguono il profilo naturale del seno, definiscono l'area di escissione e la nuova posizione per il capezzolo e l’ areola. La pelle nella zona ombreggiata viene rimossa, e il capezzolo e l’ areola vengono spostati in una posizione corretta.

Mastopessi incisioni – Metodo tradizionale

Un metodo comune per il sollevamento del seno comporta tre incisioni. Una incisione viene fatta intorno all'areola. Un’altra corre verticalmente dal bordo inferiore dell’ areola fino alla piega sottomammaria. La terza incisione è orizzontale e segue la curva naturale della piega del seno.

Dopo che il chirurgo plastico ha rimosso l'eccesso di pelle del seno, il capezzolo e l’areola vengono riposizionati nella corretta sede. L’areola, che in un seno cascante può presentarsi stirata ed accesciuta nella sua circonferenza, può essere ridotta in dimensione. La cute in eccesso viene asportata, dopo che anche il tessuto ghiandolare/adiposo è stato ricompattato, il tutto per ottenere forma e volume desiderati.

I capezzoli e le areole rimangono connesse al tessuto mammario sottostante, e questo permette di solito di conservare la sensibilità e la capacità di allattare.

Mastopessi tecniche chirurgiche

Esistono molte varianti alla tecnica che si può applicare per eseguire la mastopessi. La dimensione e la forma dei vostri seni, le dimensioni delle vostre areole e il grado di cedimento sono fattori che aiuteranno il vostro chirurgo plastico a determinare la tecnica migliore per voi.

In alcuni casi, potrebbe essere possibile evitare l'incisione orizzontale sotto il seno. Talvolta può essere utilizzata una tecnica che evita l’ incisione orizzontale, così come l'incisione verticale che va dal bordo inferiore dell’areola alla piega del seno.

Se siete delle buone candidate per una tecnica modificata, il vostro chirurgo plastico ne discuterà con voi.

Se voi e il vostro chirurgo plastico avete deciso che è auspicabile ingrandire i seni nello stesso momento in cui vengono sollevati, ciò richiederà l'inserimento di protesi mammarie. Se questa è un’opzione che si desidera prendere in considerazione, il chirurgo esaminerà le informazioni necessarie con voi e potrà fornivi una brochure sulla mastoplastica additiva.

Mastopessi incisioni – Metodi alternativi

Esistono tre modelli di incisione di base utilizzati da un chirurgo plastico qualificato quando esegue la mastopessi. Ogni incisione è fatta in base alle esigenze e ai desideri della paziente.

  • sollevamento verticale del seno: una mastopessi verticale, o un lifting verticale del seno, è raccomandato alle donne che non richiedono un’ampia rimozione dei tessuti e che vogliono cicatrici minime. A volte questa procedura è anche conosciuta come mastopessi a "cicatrice corta" per questo motivo. Nella mastopessi verticale la pelle e i tessuti vengono rimossi in direzione verticale. Una piccola incisione viene fatta in genere lungo la parte anteriore del seno. Il chirurgo che esegue la mastopessi quindi rimuove il grasso e i tessuti in una direzione verticale e rimodella il tessuto del seno fino a raggiungere un seno più armonioso.
  • sollevamento orizzontale del seno: la mastopessi orizzontale, nota anche come sollevamento del seno orizzontale, è una tecnica di mastopessi raccomandata alle donne che hanno una forma del seno allungata e con una base stretta. Durante l'intervento di mastopessi, il chirurgo che esegue questa procedura in genere non rimuove la pelle o il grasso dal tessuto a causa della forma già piccola e stretta dei seni. Invece, il chirurgo riarrangia il tessuto mammario per creare un seno più rotondo e più sagomato. La mastopessi orizzontale in genere richiede di spostare il capezzolo di qualche centimetro. Nella maggior parte dei casi, la cicatrice creata dalla mastopessi orizzontale è nascosta nella curva della base del tessuto del seno e la cicatrice diventa meno evidente nel tempo.
  • Mastopessi a T rovesciata: La mastopessi a T rovesciata, è raccomandata alle donne che vogliono vedere dei risultati importanti nel loro seno. La mastopessi a T rovesciata prende il nome dalla cicatrice a forma di T maiuscola rovesciata che si crea durante questa procedura di sollevamento del seno. La procedura viene comunemente utilizzata per rimodellare il seno o aumentare il volume del tessuto impoveritosi. Nella procedura di mastopessi a T rovesciata, il chirurgo effettua una piccola incisione orizzontale sulla linea del solco sottomammario. Dopo la prima incisione, il chirurgo fa un'altra incisione, in verticale, fino a raggiungere la zona del capezzolo. L' ultima incisione gira intorno all’ areola per creare una forma a T rovesciata. L'area del capezzolo viene poi riposizionata al centro del cono mammario, nella sua corretta proiezione. I tessuti del seno vengono quindi suturati, e le mammelle appaiono più vivaci e sode, non appena i tessuti della pelle cominciano a guarire.

Alcuni tipi di mastopessi

Esistono diversi tipi di mastopessi. La migliore tecnica per la mastopessi dipende dalle condizioni del seno, dall'elasticità della pelle e dai tratti ereditati.


Mastopessi con protesi

Questo tipo di mastopessi è perfetto per le donne che vogliono migliorare la forma del loro seno e ottenere una silhouette più sagomata. La procedura di mastopessi con protesi non solo aiuta a sollevare e rimodellare il seno, ma comporta anche la rimozione di parte del tessuto cutaneo in eccesso e del tessuto adiposo lungo il prolungamento della linea ascellare. Così l'intera mammella appare più scolpita e più giovane.


Mastopessi con metodo Benelli

Si tratta di una tecnica meno invasiva di mastopessi rispetto ad altre procedure di mastopessi. La mastopessi di Benelli è stata ideata per lasciare cicatrici minime. La tecnica di lifting seno di Benelli è caratterizzata da una piccola incisione a forma di ciambella, con conseguente rimozione e scolpimento del tessuto sottostante attorno al capezzolo in modo che il tessuto circostante possa essere suturato.


Mastopessi a mezzaluna

Questa tecnica è stato ideata per mammelle con un grado minimo di ptosi e per creare una silhouette più attraente, dall'aspetto giovane. Durante la mastopessi a mezzaluna, il chirurgo pratica un'incisione appena sufficiente per riposizionare il seno e la zona del capezzolo in una posizione più alta. In questa procedura di mastopessi viene praticata una piccola incisione, che si trasforma in una cicatrice molto ben mascherata durante il periodo di guarigione. Un tessuto a forma di mezzaluna viene rimosso dalla zona proprio sopra il capezzolo, e i tessuti vengono suturati in posizione. Si tratta di una procedura tecnicamente molto semplice.

La mastopessi può essere eseguita in un tempo che varia da 1 a 3 ore a seconda delle dimensioni del seno e della tecnica prescelta e se si vorrà procedere o meno all’impianto di protesi mammarie.

Mastopessi – Preparazione all’intervento

Come devo prepararmi per l’intervento di mastopessi?

L'obiettivo del vostro chirurgo plastico e dell'intero staff è quello di rendere la vostra esperienza chirurgica la più semplice e comoda possibile per voi.

A seconda della vostra età, o se fornirete una anamnesi positiva per neoplasia mammaria, personale o familiare, il chirurgo plastico può raccomandare una mammografia di base prima della mastopessi e un altro esame mammografico alcuni mesi dopo l'intervento chirurgico. Ciò contribuirà a individuare eventuali futuri cambiamenti nel tessuto del seno. Dopo la mastopessi, sarete comunque in grado di eseguire l'autoesame del seno. L’intervento di mastopessi non aumenterà il rischio di sviluppare il cancro al seno.

Se siete fumatori, vi verrà chiesto di smettere di fumare con largo anticipo rispetto all’ intervento chirurgico di mastopessi. L’aspirina e alcuni farmaci anti-infiammatori possono causare sanguinamento maggiore, quindi si dovrebbe evitare di prendere questi farmaci per un certo periodo di tempo prima dell'intervento chirurgico. Il chirurgo vi fornirà ulteriori istruzioni preoperatorie.

La mastopessi è di solito eseguita in anestesia generale, con degenza di una notte o, in alcuni casi, in regime di day hospital. Se questo è il caso, assicuratevi di organizzarvi affinché qualcuno vi riporti a casa dopo l'intervento chirurgico e stia con voi almeno la prima notte.


Come sarà il giorno dell’intervento di mastopessi?

L'intervento di mastopessi può essere eseguito in una clinica o in struttura di day hospital perettamente attrezzata.

Specifici farmaci vengono somministrati per indurre e mantenere il livello di anestesia generale  o di profonda sedazione richiesta.

In alternativa, la mastopessi può essere eseguita in anestesia locale e sedazione endovenosa. Quando l'intervento è completato, sarete portati in un’area di ricovero dove continuerete ad essere attentamente monitorate. A volte, piccoli tubi di drenaggio saranno collocati all’interno dei vostri seni per evitare l'accumulo di fluidi, siero e sangue, residui. Garze o altre medicazioni possono essere poste sui seni e coperte con un bendaggio elastico o un reggiseno chirurgico.

Si può essere autorizzati a tornare a casa dopo poche ore, a meno che voi e il vostro chirurgo plastico non abbiate stabilito che rimarrete in ospedale o presso la struttura chirurgica durante la notte.


Che aspetto avrò e come mi sentirò inizialmente?

Il giorno dopo l'intervento chirurgico di mastopessi, sarete invitati a scendere dal letto per brevi periodi di tempo. Dopo alcuni giorni, dovreste essere in grado di muovervi più agevolmente. Sforzi, piegamenti e sollevamenti devono essere evitati, tuttavia, dato che tali attività potrebbero determinare un maggiore gonfiore o addirittura sanguinamento. Può essere che vi sia richiesto di dormire sulla schiena per evitare una pressione sul seno.

Qualsiasi drenaggio chirurgico sarà rimosso entro pochi giorni dall'intervento, momento in cui le medicazioni possono anche essere cambiate o rimosse. È possibile che venga richiesto di indossare un reggiseno di supporto per alcune settimane, fino a quando il gonfiore e la tumefazione dei vostri seni non sia diminuito. Generalmente, i punti verranno rimossi in fasi per un periodo di circa tre settimane, con inizio circa una settimana dopo la mastopessi.

É possibile che abbiate una sensibilità ridotta nelle aree intorno al capezzolo e all’areola. Questo inconveniente è di solito temporaneo. Esso può, tuttavia, durare per settimane, mesi o anche più di un anno prima del ritorno alla sensazione di normalità. Il vostro seno può anche richiedere un certo tempo per assumere una forma più naturale. Le incisioni saranno inizialmente rosse o di colore rosa. Rimarranno così per molti mesi dopo l'intervento.

Mastopessi guarigione

In primo luogo, dovreste sapere di non potervi aspettare di vedere grandi risultati il primo giorno successivo alla mastopessi, in quanto sarà probabilmente presente molto gonfiore. Inoltre, sarete coperte con una medicazione chirurgica per proteggere l'incisione. È molto probabile che i seni rimangano ancora leggermente rossi e gonfi per qualche giorno. Si potrà notare un’infiammazione e arrossamento attorno al sito di incisione, ed i vostri seni saranno morbidi al tatto. Questo è normale, e le mammelle si sentiranno meglio entro pochi giorni dalla vostra mastopessi. Le cicatrici si formeranno intorno al sito di incisione, e la profondità e la forma di queste cicatrici variano a seconda della tecnica di mastopessi utilizzata e della condizione della pelle. Può essere doloroso dormire sulla pancia subito dopo l'intervento chirurgico di mastopessi, perché troppa pressione sulla zona del torace può causare disagio. Vi potrete sentire più a vostro agio dormendo sulla schiena per alcuni giorni dopo la mastopessi. Il medico spiegherà quali tipi di doccia o lavaggi vi sono consentiti, in modo che le aree di incisione non vengano ulteriormente traumatizzate e continuino a guarire rapidamente. Potrebbe essere necessario evitare il sollevamento di carichi pesanti dopo un intervento chirurgico di mastopessi e alcuni tipi di esercizio fisico fino a quando il tessuto del seno non sia guarito completamente. Se il dolore è forte, il medico può prescrivere antidolorifici o raccomandare di prendere farmaci da banco per il dolore.

Mastopessi - Ripresa normali attività

Dopo l'intervento chirurgico di mastopessi, è spesso possibile tornare al lavoro entro una settimana o giù di lì, a seconda del lavoro svolto. In molti casi, è possibile riprendere la maggior parte delle normali attività, tra cui una qualche forma di esercizio fisico lieve, dopo diverse settimane. Si può continuare a sperimentare alcuni lievi disturbi periodici durante questo periodo, ma queste sensazioni sono normali. Sintomi di grave dolore devono essere subito segnalati al medico.

Qualsiasi attività sessuale dovrebbe essere evitata per un minimo di una o due settimane, e il vostro chirurgo plastico può consigliare di aspettare più a lungo. Dopo di che, occorre fare attenzione ed essere estremamente delicati con il seno per almeno le prime settimane.

Mastopessi risultati

La mastopessi renderà il seno più compatto e sollevato. La posizione dei capezzoli e delle areole sarà corretta, e la dimensione delle vostre areole sarà esteticamente gradevole.

Le incisioni della mastopessi guariranno e sbiadiranno nel tempo. È importante rendersi conto, tuttavia, che le linee di incisione saranno permanentemente visibili. In alcuni casi, saranno eventualmente solo deboli linee. Alcuni individui possono avere linee di incisione più evidenti. Fortunatamente, le incisioni della mastopessi si trovano in zone del corpo ben nascoste dagli abiti, anche con generose scollature.

Mastopessi durata risultati

A meno che non prendiate o perdiate molto peso o che siate in gravidanza, la nuova forma del seno deve rimanere abbastanza costante nel tempo. Tuttavia, la gravità e gli effetti dell'invecchiamento finiranno per alterare le dimensioni e la forma praticamente di qualsiasi seno di donna. Se, dopo un periodo di anni, tornerete ad essere insoddisfatte dell’aspetto del seno, potrete scegliere di sottoporvi ad una seconda procedura di mastopessi per ripristinare il contorno dei seni e recuperare il loro aspetto più giovanile.

Mantenere il rapporto con il vostro chirurgo plastico

Tornerete dal vostro chirurgo plastico per il follow-up a intervalli regolari, momento in cui i vostri progressi saranno valutati. Una volta che l’immediato follow-up post-operatorio è completo, molti chirurghi incoraggiano i loro pazienti a tornare per controlli periodici per osservare e discutere i risultati a lungo termine della chirurgia di mastopessi.

Ricordiamo che il rapporto con il vostro chirurgo plastico non finisce quando si esce dalla sala operatoria. Se avete domande o dubbi durante il recupero, o avete bisogno di informazioni aggiuntive in un secondo momento, è opportuno rivolgersi al chirurgo.

Mastopessi rischi

Fortunatamente, complicazioni significative da mastopessi sono infrequenti. Ogni anno, molte migliaia di donne si sottopongono con successo all'intervento chirurgico di mastopessi, non sperimentando particolari problemi e sono soddisfatte dei risultati. Chi considera l’opportunità di un intervento chirurgico, tuttavia, dovrebbe essere consapevole sia dei rischi che dei benefici.


Capisco che ogni intervento chirurgico comporta dei rischi, ma come faccio a saperne di più in modo che possa prendere una decisione informata?

Il tema dei rischi e delle potenziali complicanze della chirurgia è meglio discusso su una base personale tra voi e il vostro chirurgo plastico, o con un membro dello staff del chirurgo.

Alcune delle possibili complicanze che possono essere discusse includono il sanguinamento, l’infezione e le reazioni all'anestesia. A seguito di una mastopessi, a volte i seni possono non essere perfettamente simmetrici o l'altezza dei capezzoli può variare leggermente. Aggiustamenti minori spesso possono essere fatti in un secondo momento. Perdite permanenti di sensibilità ai capezzoli o ad aree della pelle del seno possono verificarsi raramente. In taluni casi può talvolta essere utile ricorrer alla chirurgia di revisione laddove le cicatrici chirurgiche si mantengono vistose.

È possibile contribuire a ridurre determinati rischi seguendo i consigli e le istruzioni del vostro chirurgo plastico, sia prima che dopo l'intervento chirurgico di mastopessi.

Informazioni Utili


Fine Pagina

 
Sedi Milano

I campi nome, email, messaggio e privacy sono richiesti

MESSAGGIO RAPIDO