RINOPLASTICA

L’intervento chirurgico di rinoplastica (la chirurgia plastica del naso) sta diventando uno dei più diffusi tipi di chirurgia estetica effettuati in Italia.

La scelta di cambiare la forma del naso con una operazione di rinoplastica può cambiare l'aspetto del viso e non solo il naso. La rinoplastica è una procedura di chirurgia estetica che viene di solito eseguita da un chirurgo plastico specialista, ma può anche essere eseguita da un chirurgo maxillo facciale o da uno specialista otorinolaringoiatra.

Ci sono molte ragioni per cui scegliere di fare una rinoplastica, le quale variano da paziente a paziente, e possono essere sia motivazioni estetiche che motivazioni mediche. Quali siano le ragioni per sottoporsi all’intervento di rinoplastica per il rimodellamento del naso, è sempre bene assicurarsi di essere pienamente informati sulle qualifiche del chirurgo. È necessario assicurarsi che il chirurgo abbia conoscenza ed esperienza riguardo l'intervento chirurgico di rinoplastica.

Quando si partecipa a un consulto con il chirurgo scelto per la rinoplastica si dovrebbe sempre chiedere di vedere le foto prima e dopo l’intervento.

Alcune cliniche in Italia non forniscono una consultazione con il chirurgo prima che l'intervento chirurgico di rinoplastica venga eseguito, quindi è sempre bene accertarsi che la consultazione iniziale si abbia con il chirurgo che eseguirà l'intervento chirurgico al naso e non con il personale della clinica o infermieristico.

Vi dovreste sempre assicurare che il chirurgo che andrà ad operarvi sia pienamente qualificato e che abbia precedentemente eseguito la procedura di chirurgia estetica del naso



La rinoplastica aperta (o rinoplastica cosiddetta “open”) è quella tecnica chirurgica che prevede l’accesso al naso attraverso una incisione transcolumellare (la columella il ponte che collega le narici) prolungata all’interno del naso tramite le incisioni marginali. In questo tipo di rinoplastica, le incisioni effettuate sulla columella (il ponte che collega le narici) e prolungate all’interno delle fosse nasali come necessario, consentono una visione diretta delle strutture del naso, in particolare della punta, sulle quali si desidera intervenire. I chirurghi optano per questa tecnica se è necessario rimodellare il naso in maniera aggressiva, o se la normale anatomia risulta scompaginata, come in caso di chirurgia secondaria. Se si desidera modificare il proprio naso in maniera radicale, o in caso di chirurgia secondaria, allora questo è il metodo da prendere in considerazione. Gli individui che non temono la presenza di una piccola cicatrice esterna, quindi potenzialmente visibile, potrebbero optare per questo tipo di rinoplastica.

Leggi tutto...



Se avete paura di affrontare un intervento di rinoplastica che comporta la presenza di una cicatrice esterna in regione columellare, allora dovreste orientarvi sulla rinoplastica chiusa. Questa forma di rinoplastica prevede che le incisioni siano limitate all'interno delle narici. In questo modo non residuerà alcuna cicatrice visibile che possa dimostrare il fatto che vi siete sottoposti ad un intervento di rinoplastica Anche nella rinoplastica chiusa è possibile associare le incisioni marginali a quelle tradizionali. Questo darà la possibilità al chirurgo di modellare la punta in maniera più aggressiva e redditizia.. Se optate per la rinoplastica chiusa e volete che sia svolto un lavoro complesso che coinvolga la punta del naso, allora le incisioni marginali di accompagnamento alle prime saranno inevitabili

Leggi tutto...



Si descrive come rinoplastica riduttiva quell’intervento dove è necessario rimuovere ampie porzioni dello scheletro osteocartilagineo, al fine di ottenere un naso dalle proporzioni volute dal paziente. Questo intervento può essere praticato tanto attraverso la via chiusa (rinoplastica chiusa) che attraverso la tecnica aperta (rinoplastica “open”) Nella procedura di rinoplastica riduttiva, il chirurgo che effettuerà l’intervento procederà alla rimozione di ampie porzioni dello scheletro osteocartilagineo della piramide nasale o al loro rimodellamento, come necessario. Inoltre, potrebbe rendersi necessario ridurre l’ampiezza delle narici per armonizzarle con l’intera struttura del naso. Questa è una procedura molto semplice,che può essere ottenuta tanto per via aperta che per via chiusa. I tempi di recupero dopo questo intervento sono brevi, analoghi a quelli di tutti gli altri interventi di rinoplastica.

Leggi tutto...



Se il primo intervento di rinoplastica non ha raggiunto risultati del tutto stata soddisfacenti, allora si dovrà considerare una rinoplastica di revisione, anche chiamata rinoplastica secondaria. Questo è un qualcosa che tutti vorremmo evitare, ma ci sono casi in cui è inevitabile. Ciò potrebbe essere dovuto ad un qualche infortunio accaduto dopo l'operazione, o addirittura ad una cattiva comunicazione tra il chirurgo ed il paziente con delle aspettative non realistiche. La buona notizia è che i risultati della rinoplastica primaria possono essere corretti, ma i tempi di recupero possono leggermente aumentare, per via dell’ulteriore trauma al quale sono sottoposti i tessuti. Se necessario il chirurgo potrà servirsi di autoinnesti cartilaginei o ossei prelevati da aree donatrici come le costole od il padiglione auricolare o persino il naso stesso. Evitate una rinoplastica secondaria senza aver stabilito chiaramente con il chirurgo quello che vi aspettate

Leggi tutto...



Quando il setto nasale si presenta deviato verso un lato, o addirittura da entrambi i lati come nella deviazione ed esse italica, allora si dovrebbe considerare l’opzione dell’intervento chirurgico di settoplastica. A causa del setto storto, il flusso d'aria può essere inibito severamente in una delle narici. In questo intervento chirurgico, il setto nasale viene raddrizzato e la cartilagine o l’osso in eccesso verranno rimossi. La procedura è molto semplice nell’ approccio, e può essere effettuata con facilità. Per il post intervento chirurgico,  non sono previsti molti lividi e gonfiore. Mentre la mucosa del setto nasale riacquista vigore, si consiglia il riposo e di non impegnarsi in alcuna attività fisica stressante per un periodo di un paio di settimane. In questo tempo gli edemi e la tumefazione post chirurgica avranno il tempo di regredire e si dovrebbe essere in grado di respirare agevolmente

Leggi tutto...



Se avete un naso storto che va raddrizzato sia per motivi estetici che per migliorare la respirazione, allora dovreste considerare l'idea di una rinosettoplastica. Questa è una procedura molto popolare che fornisce risultati davvero notevoli. L'intervento prevede la correzione del setto nasale oltre al miglioramento estetico del naso. Dal momento che l’intervento di rinosettoplastica riguarda gli aspetti funzionali nonché quelli estetici del naso, è altamente consigliato che vi prendiate cura di ottenere un naso simile a come lo desiderate. Parlate chiaramente con il chirurgo riguardo le vostre aspettative, e se c'è qualcos'altro che deve essere sistemato. Alcuni pazienti fanno modificare il mento insieme al naso

Leggi tutto...



Se siete interessati a piccole modifiche al naso e non qualcosa di grande come modificare le dimensioni del naso o la sistemazione di un setto storto, allora potreste prendere in considerazione di fare un rimodellamento non chirurgico del naso. Questa è una forma molto popolare di intervento per coloro che cercano una soluzione non invasiva e rapida agli urti e piccoli rigonfiamenti sulla superficie loro naso. La procedura è veramente veloce, normalmente in un tempo di 15 minuti ed i risultati sono abbastanza importanti. Se si desidera eseguire un intervento chirurgico che rimodelli il naso, questa procedura non è assolutamente di aiuto in alcun modo. Se siete soddisfatti del vostro naso, fatta eccezione per un paio di piccole cose, il rimodellamento non chirurgico del naso può essere di aiuto.

Leggi tutto...



Informazioni Utili di Rinoplastica


Fine Pagina

 
Sedi Milano

I campi nome, email, messaggio e privacy sono richiesti

MESSAGGIO RAPIDO