PAGINA 4

Mastoplastica Additiva Caso 31

PRIMA

Questa visione di ¾ ci mostra un seno decisamente immaturo nel suo sviluppo. Tutti gli elementi che lo definiscono, forma, volume, proiezione, risultano appena accennati.

DOPO

Questo risultato finale ci mostra un seno sviluppato con una sua identità e personalità ben definite. La paziente ha optato per l'impianto di protesi a profilo rotondo, volendo privilegiare l'effetto di riempimento di entrambi i poli mammari, superiore e inferiore. L'armonia dell'intero torace appare in questa immagine decisamente migliorata.

Mastoplastica Additiva Caso 32

PRIMA

L'immagine frontale preoperatoria di un caso simile al precedente. Un torace che potremmo definire quasi prepuberale nel suo sviluppo appena accennato, accompagnato da un grado minimo, ancorché visibile di asimmetria.

DOPO

Il risultato finale dopo l'impianto di protesi rotonde ad alto profilo, di volume cospicuo. La paziente ha sempre vissuto come un limite psicologico questa femminilità appena accennata del proprio seno. Di conseguenza la scelta di un volume mammario importante, deve essere letta come la volontà di riappropriarsi di una pare importante di se.

Mastoplastica Additiva Caso 33

PRIMA

In questa immagine di profilo vediamo una mammella il cui inestetismo più evidente è rappresentato da un riempimento modesto a carico del polo superiore.

DOPO

L'immagine postoperatoria, ci indica due elementi. Il primo il cambiamento dell'aspetto del polo superiore. Il secondo l'aumento del cosiddetto arco mammario; quella linea ideale che congiunge l'estremità inferiore dell'areola con il solco sottomammario. Questo è il caratteristico effetto dell'utilizzo delle protesi anatomiche o bidimensionali. Incentivando in particolare modo la risalita del polo mammario inferiore e favorendo la risalita del complesso areola/capezzolo, di fatto ottengono l'aumento di lunghezza dell'arco mammario.

Mastoplastica Additiva Caso 34

PRIMA

Tipica immagine del profilo di una mammella appena "accennata" Polo superiore privo di definizione, volume insufficiente, definizione sul torace scarsa e incompleto sviluppo dell'arco mammario.

DOPO

Dopo l'intervento; una mammella radicalmente differente. Corretta la definizione del solco sottomammario, completo sviluppo del polo mammario superiore e riempimento adeguato del polo mammario inferiore.

Mastoplastica Additiva Caso 35

PRIMA

La stessa immagine preoperatoria del profilo controlaterale. Il complesso areola/capezzolo appare addirittura involuto nell'insieme di questa mammella povera di contenuti e di sviluppo.

DOPO

La medesima immagine dopo l'intervento. Il complesso areola/capezzolo appare letteralmente "rifiorito" e riportato perfettamente al centro del cono mammario, esaltando la proiezione dell'intera mammella sul torace.

Mastoplastica Additiva Caso 36

PRIMA

Nell'immagine preoperatoria frontale si evidenzia la posizione dei complessi areola/capezzolo che appaiono non al centro dei coni mammari. E' visibile anche un modesto grado di asimmetria, soprattutto a causa dell'insufficiente sviluppo della mammella di sinistra.

DOPO

Un quadro radicalmente mutato, nemmeno lontano parente dell'immagine precedente. Risolta l'asimmetria, evidente nella visione preoperatoria. Perfetto l'allineamento dei complessi areola/capezzolo. Un seno armonico e completamente sviluppato.

Mastoplastica Additiva Caso 37

PRIMA

Un certo grado di asimmetria è presente in questa visione di fronte preoperatoria. La mammella destra appare leggermente più piccola e i solchi sottomammari risultano slivellati, risultando il sinistro più basso rispetto al destro. Anche il volume della mammella destra risulta ridotto rispetto al sinistro.

DOPO

L'immagine post operatoria dimostra l'allineamento sei solchi sottomammari e l'uniformità dei volumi. La scelta della paziente per l'utilizzo di protesi a profilo rotondo rende ragione del desiderio di vedere sviluppati uniformemente i poli superiore e inferiore.

Mastoplastica Additiva Caso 38

PRIMA

In questa immagine preoperatoria si noti l'atteggiamento divaricato delle due mammelle. Questa risulta essere una specifica caratteristica anatomica che il solo impianto protesico non può in alcuna misura correggere.

DOPO

L'immagine postoperatoria evidenzia quanto detto in precedenza. Dovendo essere  gli impianti mammari perfettamente inseriti al di sotto dei complessi areola/capezzolo, che devono di conseguenza risultare al centro dei coni mammari, determinate caratteristiche peculiari non possono essere stravolte.

Mastoplastica Additiva Caso 39

PRIMA

Qui l'immagine preoperatoria di una mammella poco proiettata sul torace e dal polo superiore poco sviluppato.

DOPO

Diversa l'immagine postoperatoria. Radicale cambiamento della proiezione della mammella sul torace e riempimento evidente del polo superiore che appariva deficitario.

Mastoplastica Additiva Caso 40

PRIMA

La visione di ¾ ci mostra un seno piccolo anche se ben proporzionato. La paziente ha richiesto un aumento di volume che non stravolgesse l'armonia di base.

DOPO

Il risultato finale dopo l'impianto di una protesi rotonda. Il seno appare naturale, pur nel suo volume aumentato. L'anatomia di base viene accompagnata e non stravolta. Il tutto appare ben armonizzato nel contesto della figura.



Informazioni Utili di Mastoplastica Additiva

 
Sedi Milano, Trento

I campi nome, email, messaggio e privacy sono richiesti

MESSAGGIO RAPIDO

Privacy
Freccia blu: invito a spuntare la casella Privacy Leggi informativa Privacy
Promemoria sulla privacy di questo sito. Se non lo hai ancora fatto, leggi la nostra Informativa sulla Privacy allineata secondo il nuovo regolamento europeo GPDR.